ON: il debut album dei Silence Exile & Cunning

sec1000

DemonCleanerZine è sempre alla ricerca di ciò che vale e stavolta vi propone e consiglia un gruppo che sa dialogare e sperimentare, giovane e visionario. Loro sono i Silence Exile & Cunning, quartetto lombardo nato nel 2012, che si è reso noto già nell’anno successivo grazie all’ep Exù e che adesso, dopo qualche anno, accompagnato  dalla produzione artistica di Marco Torriani, irrompe sulla scena discografica emergente italiana con un primo ed esuberante disco dal titolo On, uscito il 5 febbraio scorso. Da loro stessi definito “arbitrario”, On contiene qualsiasi stato d’animo possibile.  Esplode in apertura Split,Split,Split che spiana la strada alla Dadaistic Vision, che quasi riesco ad immaginare in quei  locali indie rock che ospitano musica live sulle coste del Pacifico. E ancora pezzi d’impatto sonoro come Missolonghi o S.G.A.N.G.A.R.A.. Alla band viene già riconosciuta dai più una certa abilità nel fondere diverse sfumature di generi musicali e, a mio avviso, anche una diversa collocazione territoriale. Sì, perché mi viene quasi da non riconoscere un certo consueto sound italiano (ovviamente, quello che spopola immotivatamente su molti palchi del nostro paese). E questo non è male, anzi!!! Sapersi districare attraverso influenze a 360° non è cosa da tutti, farlo con un certo stile è decisamente arte di pochi. I SEC ricordano piacevolmente una certa fetta di gruppi internazionali, quelli che al momento, insomma, fanno del loro  punto di forza quello di unire le vecchie buone abitudini musicali, eterne e imperiture, alle nuove frontiere del suono, che si adattano alle esperienze più disparate. E’ un grande calderone che contiene mille tonalità, tra funk, elettronica, heavy metal, folk e trip hop.  Questo album può diventare quello di cui avete bisogno, in ogni modo, a vostro rischio e pericolo! I SEC sono spiritosi, avvolgenti e compiono dodici passi evolutivi, dalla prima all’ultima traccia che sconvolgono, non in modo approssimativo, bensì consapevole, testimonianza del lungo ed impegnativo lavoro di ricerca musicale.

Infine, On lo potete ascoltare in macchina, al letto, mentre cucinate, o mentre bevete la quindicesima birra. Saprà indossare l’abito che vi fa sentire a vostro agio in qualsiasi momento, dandovi una carica che vi farà letteralmente impazzire!

 

Recensione di Maria Grazia Rozera

Bio

I SEC si incontrano all’inizio del 2012. L’intento dei quattro è dare vita a un sound in cui possano dialogare le più disparate influenze: una libera commistione di elementi provenienti da differenti gusti musicali che unisce stoner, trip hop, folk, funk ed elettronica a una matrice di carattere indie. Il 4 aprile 2013 hanno pubblicato la prima fatica, un EP intitolato “Exù”, autoprodotto e promosso all’interno di una lunga serie di eventi (circa 80 date) che si è conclusa nel marzo 2015 tra aperture per artisti affermati, concerti in importanti circoli e club, festival e rassegne estive.
Il primo disco “ON” (per Hashtag.), che vedrà la luce il 5 febbraio 2016 e che è stato prodotto da Marco Torriani, (già attivo nei Verbal, Bangarang! e come musicista per Bugo) è fortemente connesso al contesto live in cui i brani sono nati e sono stati sviluppati. Un album registrato in presa diretta, dunque, e nato dopo una lunga ricerca sonora e musicale.

7